Il Segreto - Maria arrestata per adulterio

In questo video ascolterete alcune anticipazioni inerenti la settimana che va dal 31 agosto al 4 settembre 2015 della soap spagnola "IL Segreto di Puente Viejo". Maria Castaneda ha un'ennesima discussione col marito Fernando affermandogli di essere a conoscenza della brutalità che ha fatto a Gonzalo e che quest'ultimo è ancora vivo. A questo punto il Mesia accecato dalla rabbia fa seguire la moglie e la cugina Aurora per capire dove tengono nascosto l'ex sacerdote. Gli uomini di Fernando entrano con prepotenza al El Jaral minacciando Candela, Rosario ed Aurora, ma la peggio l'ha quest'ultima infatti viene presa in ostaggio. Il geologo Conrado appena viene a sapere dell'accaduto decide di trasportare Gonzalo al El Jaral in modo che i tirapiedi del Mesia non lo trovino. Intanto i Miranar continuano nelle loro sogni reali, convinti di discendere da famiglie nobili. Terence ha alcuni problemi finanziari, quindi Olmo si fa avanti per dare una mano d'aiuto. Hipolito e il padre Pedro incontrano in piazza un barbone di nome Anton e subito diventano amici, la moglie Quintina riconosce la voce di quest'uomo ma non ricorda a chi appartiene. Fernando per accaparrarsi l'eredita del padre fa finta di chiedere perdona. Mentre il povero Gonzalo è ancora malconcio, inoltre non riesce a trovare le parole per comunicare ai suoi familiari che a ridurlo in quelle condizioni è stato Fernando. Maria litiga di nuovo con il marito per tutto quello che ha fatto e che un giorno la pagherà per mano di donna Francisca. Quest'ultima anche se è ancora debole si reca al cimitero per portare dei fiori nella tomba del suo amato figlio Tristan, la donna è molto provata. Maria stanca di tutto e di tutti ha preso la decisione di fuggire via con Gonzalo, ma Fernando lo blocca facendola arrestare dalla Guardia civile per adulterio. Intanto don Anselmo è molto preoccupato perché Olmo ha prelevato un'ingente somma di denaro, cosa deve farne? Infine Isidro trova una foto in cui è ritratto da bambino in braccio a Matilde.
Autore calogero82
Vota questo articolo